Da Isola a Citylife, alla scoperta della Milano che cambia

Milano City Life

Per anni una delle maggiori critiche rivolte a Milano, a cavallo tra fine degli anni 90 e l’inizio del millennio, era di essere una città immobile, in cui non si costruiva nulla di nuovo, ancorata all’urbanistica degli anni ’60.

Ma negli ultimi 15 anni il capoluogo lombardo ha tenuto fede al suo ruolo di capitale finanziaria e del design italiano, aprendosi a veloci e profondi cambiamenti, che ne hanno modificato lo skyline, ma non solo.

Da Isola a CityLife, il tour nella Milano del futuro

Nato come quartiere operaio, sede di fabbriche importantissime come la Pirelli, Isola, oggi, è uno dei simboli stessi della Milano del terzo millennio, proiettata verso il futuro ma con le radici ben saldo nel proprio passato.

Posta tra la stazione di Porta Garibaldi e quella della metro di Zara, il quartiere deve il suo nome proprio al suo essere completamente isolato dalla ferrovia, che la cinge isolandola dal resto di Milano.

Costruita a ridosso del primo decennio degli anni 2000, piazza Gae Aulenti è il vero centro avvenieristico del quartiere, con i suoi specchi d’acqua e gli altissimi grattacieli (protagonisti di tante pubblicità degli ultimi anni). Letteralmente imperdibile il bosco verticale, un edificio residenziale sostenibile, realizzato secondo i dettami della riforestazione metropolitana.

Foto Stefano Massari

>> Scopri CityLife insieme a Guido: prenota il tuo tour! <<

 

Lasciando Isola in direzione cimitero monumentale e muovendosi poi verso Corso Sempione, da attraversare in direzione sud-est, giungerete presso un altro luogo simbolo della Milano del futuro: City Life.

Si tratta di un progetto di riqualificazione, tuttora in corso di completamento, dell’area fieristica cittadina, firmato da architetti di fama internazionale: linee sinuose si alternano a vetrate, terrazze e linee spezzate.

Oltre alla costruzione delle celebri tre torri, Torre Generali, Allianz e Libeskind, è in progetto la costruzione di un asilo nido, il recupero del palazzo dello sport risalente al 1923, nonché il restyling del velodromo Vigorelli.


In questo splendido timelapse di Alberto Fanelli, 9 anni di Citylife

A NINE YEARS TIMELAPSE from Alberto Fanelli on Vimeo.

 


 

Autore
Stefano Massari
Pubblicato il
Mar, 28/05/2019 - 15:56
Tags