4 motivi per visitare Torino

4 motivi per visitare Torino

Torino è una delle città italiane più fascinose, indissolubilmente legata al territorio francese d’oltralpe per lunghi trascorsi storici e ancora la capitale italiana dell’automobile, la città degli infiniti portici, il laboratorio in cui è stata progettata l’unità d’Italia, la città montana per eccellenza… Potremmo continuare a lungo con le tante definizioni della città sabauda, o con le tante cose da fare per i turisti che la visitino: abbiamo così scelto per voi alcune delle esperienze intrinsecamente legate alla “torinesità”.

Torino capitale dell’archeologia e dell’esotico: il Museo Egizio
È il secondo museo dell’arte e della storia egizia più importante del mondo, dopo quello del Cairo, nonché il primo mai aperto e testimonia bene l’interesse per l’archeologia e per l’esotismo che si respirava in città a cavallo fra il secolo XIX e XX. E’ un luogo unico, in cui i reperti visibili, 6500, sono letteralmente la punta di un iceberg composto da 26.000 pezzi ancora chiusi nei magazzini: anche quello egizio soffre di un male comune a tanti musei italiani, la cronica ed apparentemente irrisolvibile carenza di spazi espositivi. Primo nucleo espositivo furono le collezioni Drovetti, Donati e altre donate dai Savoia, a cui si aggiunsero i tesori “conquistati” dalla Missione Archeologica Italiana nei primi decenni del ‘900.

Torino capitale dell’automobile
È facile, vista la storia della città che, negli ultimi 120 anni, è andata a braccetto con quelle della FIAT, pensare a Torino collegandola all’automobile: inevitabile quindi una visita al museo dell’automobile in Corso Unità d’Italia, attivo sin dal lontano 1932. Vale la pensa farci un salto fosse solo per quelle 200 automobili rare e originali, risalenti agli ultimi 150 anni, conservate negli spazi espositivi.

Torino città del libro
La vocazione letterario del capoluogo piemontese è testimoniata dalle tante edizioni di successo del salone del libro ospitate negli spazi fieristici cittadini. E se negli ultimi tempi troppe polemiche e la rivalità con Milano sembrano aver privato la città di uno dei suoi simboli, vale la pena visitare un vero e proprio gioiello poco conosciuto anche dagli amanti della letteratura: la biblioteca Luxemburg di piazza Carignano, la più antica della città, inaugurata nel lontano 1872.

Torino città del cioccolato
Se esiste in Italia una capitale del cioccolato, questa è Torino, città in cui la passione per questo nettare degli dei risale addirittura al 1560, quando la città divenne capitale dello stato dei Savoia e, per festeggiare, Emanuele Filiberto si preparò una tazza di cioccolata calda fumante (non proprio facilmente reperibile a quei tempi). Aldilà di piccole delizie preparate in ogni modo, dai tartufi alle praline, dai bombon al gianduiotto (nato dal matrimonio tra il cioccolato e le nocciole delle Langhe, unione che darà vita a tante altre storie di successo), vale la pena assaporare un celeberrimo Bicerin al caffè omonimo ospitato in piazza della Consolata: si tratta di una bevanda calda a base di caffè, cacao e crema di latte, da gustarsi nel luogo dove amava sostare Camillo Benso, conte di Cavour.

Scopri Torino insieme a Guido, con i nostri tour!

Autore
Stefano Massari
Pubblicato il
Lun, 22/07/2019 - 09:59